La grammatica, che cos’è un pronome?!

L’italiano, è proprio una bella lingua, elegante e comprensibile (quando dico comprensibile escludo i dialetti).
Ma cosa serve ad una lingua per esser bella?
Parole che colleghino i discorsi e le frasi, giusto?
Tipo quella cosa chiamata “aggettivo” oppure “verbo”. Finché sai come comunicare e utilizzare le parole nel modo corretto, in fine dei conti, non ci dovrebbero essere problemi. Peccato che non tutti siano in grado di capire come parlare nel modo adatto, sbagliando verbi, tempi e soprattutto, l’utilizzo dell’h. E per questo a scuola ce li fanno studiare e memorizzare.
Niente in contrario eh, PERÒ, c’è un bel grande però!Io ho sempre saputo come utilizzare i verbi e come formare una frase, ma sono da sempre una schiappa nel riconoscere e distinguere una categoria grammaticale dall’altra! Alle elementari ero l’unica che non riusciva a memorizzare neanche il presente del modo indicativo. Alla domanda: “Cos’è un aggettivo?” quello che so rispondere è “Qualcosa che descrive qualcosa”, oppure “Cos’è un pronome?”

Ecco, il pronome non l’ho mai capito. Quando la prof ci disse “che cos’è un pronome”, pensavo fosse risolta lì e che lo avrei imparato. Ed invece no, perché la questione è complessa, dipende dalla frase. È pronome relativo quando la frase, ad esempio, è “l’albero che vedi è di betulla”; è aggettivo o pronome interrogativo quando “che pianta è?”; congiunzione se “mi piacerebbe che tu mi accompagnassi”.

Per farvi comprendere quanto io sia ignorante, per scrivere questa cosa qui sopra ho letto tutto dal libro! Infatti volete sapere il primo voto che ho avuto a grammatica? 6- Sì, esattamente. Forse non era neanche un 6-, però la prof Dragoni è fin troppo gentile. Non sarò mai in grado di fare una verifica di grammatica fatta bene. Quella sui verbi è andata bene, ma solo perché la prof. ha deciso di farci fare un bel ripassone.

Comunque ok che non sarò un campione nel riconoscere verbi o aggettivi, ma quella maledetta H non la sbaglio mai. Non mi piace fare la maestrina, per niente, è altamente fastidioso, ma se sbagli l’h, la prima cosa che si studia alle elementari, se sbagli ad utilizzarla non siamo più amici. Penso di aver detto per bene e chiaramente la mia opinione sulla grammatica, e di sicuro:
è difficile, ma se non entra in testa da piccoli, non entrerà mai. Grazie per aver letto questo post, anche se non condividete la mia opinione!

Serena Bigiarini 1B